image

Sabato 5 dicembre (ore 21.00) e domenica 6 (ore 16.00), va in scena al Teatro Verdi “Otello, er moro di Pisa”, parodia musicale organizzata dal C.G.S. – Crocchio Goliardi Spensierati, in collaborazione con ALAP – Associazione Laureati Ateneo Pisano.

Il testo è stato riscritto da Lorenzo Gremigni, che interpreta il ruolo del protagonista accanto a Leonardo Ferri (Desdemona, moglie d’Utello), Marco Gremigni (Braganzio, doge de’ pisesi e babbo di Desdemona), Mario Messerini (Jago, sudiciume), Fabio Vasarelli (Cassio, er prim’amore), Fabiano Cambule (Zaira, serva di lingua sciòrta).La regia è di Giuseppe Raimo.

Lo spettacolo costituisce uno straordinario concentrato di eccellenze artistiche: il Coro dell’Università di Pisa diretto da Stefano Barandoni; l’irresistibile corpo di ballo goliardico “28 cosciotti non depilati 28” composto da leggiadri danzatori ipervillosi, ammaestrati da Sabrina De Cristofaro; l’Orchestra dell’Università di Pisa coordinata da Manfred Giampietro e nell’occasione diretta da uno smagliante “Nocciolo” (Bruno Bardi), che per l’evento ha composto nuove musiche e “rimpolpettato” intramontabili sue melodie.La locandina è stata illustrata da Nicola Gorreri.

Il ricavato delle serate sarà devoluto all’Ospedale di San Gaspare a Itigi (Tanzania) tramite la benemerita Associazione pisana “Solidarietà Sanitaria”. Molti dei vestiti saranno messi a disposizione dalla Fondazione Cerratelli.

Biglietti

- 25 Euro platea e palchi I ordine;
- 20 Euro palchi II e III ordine;
- 15 Euro I Galleria;
- 10 Euro II Galleria.
-
prevendita dei biglietti:
- Botteghino del teatro verdi (Via Palestro, Pisa, tel. 050 941111, da martedì 10 novembre):
da martedì a sabato ore 16.00-19.00 / il mercoledì, venerdì e sabato anche ore 11.00-13.00
Inoltre un'ora prima dell'inizio di ciascuno spettacolo.

- prevendita telefonica:
Biglietteria Teatro Verdi, con carta di credito:
da martedì a sabato ore 14.00-16.00, al n. tel 050-941188

- prevendita on-line con carta credito : sul sito www.vivaticket.it

Info e Contatti:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vai all'inizio della pagina